Logo InAudita.com
Powered by Traduttore
Italian Inglese French German Spanish

Cambio Multitronic

Audi A5 e A5 Sportback
Versioni: 8T

Cambio Multitronic

Avatar utente
da nerone 04/02/2014, 15:46
che ne pensate?
... all'inizio ero molto scettico, stesso pensiero che molti fanno quando per anni guidi un cambio manuale,

" cambio automatico mai.. sono io che decido quando cambiare le marce..."


quando ho provato la mia car l'approccio con questo cambio Multitronic è stato:

"bha.. proviamolo"

ecco il risultato dopo averlo capito: :D

e dopo aver capito come divertirsi in S:
:risata1 :risata1 :risata1 :risata1


che dire, io mi trovo molto bene, sia in viaggio che per divertimento (S)
il suo tagliando prevede un cambio olio ogni 60.000 km + il cambio della cartuccia filtro, che ovviamente io anticiperò a 50k :o
con tutta questa modernità, secondo me, meglio andarci cauti e prevenuti.
senza calcolare come lo uso a freddo e da fermo.
piccole regole che secondo me fanno la differenza per la sua longevità..
non dico molto ma 400.000 km vorrei che me li facesse :mrgreen:
Immagine
Nerone car

Seguici anche con Tapatalk ;)

STAFF INAUDITA.COM
Insieme per Passione
www.inaudita.com
Mail: staff@inaudita.com
Avatar utente
Offline
Presidente
Presidente
Messaggi
1539
Iscritto il
24/01/2014, 15:21
Località
Bergamo

Re: Cambio Multitronic

da AngeloA5 04/02/2014, 22:04
Il cambio Multitronic dell'Audi, non è così giovane in quanto è nato circa 25 anni fa ad Achen (Aquisgrana- Scuola di Ingegneria tedesca coetanea della nostra Padova) specializzata in ingranaggi e trasmissioni: se la è fatta sviluppare Audi, con il concetto preso a prestito dall DAF che ne montava 2.
La particolarità di questa trasmissione di tipo continuo è la relativa semplicità e la facilità di automazione, oltre che un migliore rendimento meccanico, in quanto, rispetto agli altri ha un solo treno epicicloidale, che serve per invertire il senso di marcia; gli altri a seconda dei rapporti hanno da 6 a 8 treni epicicloidali, ciascuno fatto da una ruota, alcuni pianeti ed un sole, che girano sempre e quindi consumano energia: la doppia frizione ha migliorato l'automazione del cambio stesso. ma la semplicità d'uso del multitronic è ancora lontana.
Lo slittamento reciproco di parti meccaniche è ridotto al minimo e di conseguenza l'usura: quindi basta che l'olio sia in buone condizioni e l'idraulica di comando non fa scherzi: è questo l'unico accorgimento: puoi stressarlo quanto vuoi è ben difficile che ci sia un cedimento meccanico, se prima non ti ha tradito il lubrificante.
Quando il Prof Hohn dell'FVA di Monaco me lo ha presentato ho trattenuto un po' il riso, per rispetto al mostro sacro, ma mi disse: la vedo perplesso ma vedrà che questo cambio avrà un buon successo: è stato dimensionato per motori fino a 200Nm di coppia!
New Entry
New Entry
Messaggi
8
Iscritto il
03/02/2014, 16:33

Re: Cambio Multitronic

da Rosssiiii 15/02/2014, 22:26
AngeloA5 ha scritto:Il cambio Multitronic dell'Audi, non è così giovane in quanto è nato circa 25 anni fa ad Achen (Aquisgrana- Scuola di Ingegneria tedesca coetanea della nostra Padova) specializzata in ingranaggi e trasmissioni: se la è fatta sviluppare Audi, con il concetto preso a prestito dall DAF che ne montava 2.
La particolarità di questa trasmissione di tipo continuo è la relativa semplicità e la facilità di automazione, oltre che un migliore rendimento meccanico, in quanto, rispetto agli altri ha un solo treno epicicloidale, che serve per invertire il senso di marcia; gli altri a seconda dei rapporti hanno da 6 a 8 treni epicicloidali, ciascuno fatto da una ruota, alcuni pianeti ed un sole, che girano sempre e quindi consumano energia: la doppia frizione ha migliorato l'automazione del cambio stesso. ma la semplicità d'uso del multitronic è ancora lontana.
Lo slittamento reciproco di parti meccaniche è ridotto al minimo e di conseguenza l'usura: quindi basta che l'olio sia in buone condizioni e l'idraulica di comando non fa scherzi: è questo l'unico accorgimento: puoi stressarlo quanto vuoi è ben difficile che ci sia un cedimento meccanico, se prima non ti ha tradito il lubrificante.
Quando il Prof Hohn dell'FVA di Monaco me lo ha presentato ho trattenuto un po' il riso, per rispetto al mostro sacro, ma mi disse: la vedo perplesso ma vedrà che questo cambio avrà un buon successo: è stato dimensionato per motori fino a 200Nm di coppia!

Angelo sei un ingegnere vero?

Ma il multitronic è con il convertitore di coppia o doppia frizione? Mi pare di capire con convertitore di coppia.
I cambi automatici moderni sono interessanti perchè con l'uscita dei doppia frizione i consumi si sono abbassati e si prestano anche a una guida molto sportiva, a patto che sono semiautomatici...altrimenti saranno anche comodi da usare ma la guida sportiva e ben lontana da quella che si puo avere con un bel cambio manuale fatto bene.

Come detto, il piacere del cambio manuale per il mio parere un po corsaiolo non è ottenibile... dato che si anche le F1 e altre auto da corsa hanno cambi dove la frizione non esiste e sono sequenziali o con i paddles, pero li siamo in pista...per un uso normale potrebbe diventare noiosetto perchè troppo semplificativo, chiaro che se l'auto è da usare tutti i giorni entra in gioco anche il fattore comodità...un conto è guidare per divertirsi la domenica(manuale) un'altro discorso e se torni da lavoro e sei stanco(automatico) allo stesso tempo se non vuoi avere due auto i cambi con doppia frizione risultano divertenti anche per una guida sportiva se hanno la modalità sequenziale o al volante o con la leva su e giu !

(parere di uno che ha il pallino delle corse in testa :risata1 )

Ciao ciao :)
New Entry
New Entry
Messaggi
29
Iscritto il
14/02/2014, 21:22

Re: Cambio Multitronic

Avatar utente
da andry 17/02/2014, 22:03
Avatar utente
Offline
Utente Junior
Utente Junior
Messaggi
271
Iscritto il
28/01/2014, 22:46
Località
Trento

Re: Cambio Multitronic

da AngeloA5 19/02/2014, 22:45
Si Andry, sono un Ingegnere, laureato a Padova una vita fa!
Ti allego un complessivo del cambio multitronic:
come vedi non c'è il convertitore di coppia: la sua funzione che era quella di innestare con progressività il cambio, è ora svolta dalle frizioni multidisco in bagno d'olio che ormai da qualche anno sono in grado di collegare due alberi con progressività: addirittura con uno slittamento controllato, tale da disperdere una 50na di CV vedi ad esempio quello adottato per la trazione anteriore Ferrari.
Il multitronic ha anche lui la sua brava frizione, controllata ovviamente dall'elettronica.
Subito dopo alla frizione principale compare un rotismo epicicloidale, composto sempre da tre elementi dentati: un ingranaggio solare, uno o più ingranaggi pianeti che rotolano sul solare ed un terzo ingranaggio chiamato planetario: il rapporto d riduzione che si ottiene ed il senso di rotazione che si preleva dall'uscita dipende da quale dei tre elementi è impedito di ruotare (tramite una frizione idraulica) ovvero questo ingranaggio non fa altro che creare la possibilità di fare retromarcia!
hai ben notato il sistema di trasmissione a cinghia e pulegge: nel tuo video si vede bene come funziona in modo continuo, in quanto i movimenti delle pulegge sono continui ed è solo un artificio quello di creare 8 step diversi: potrebbero essere 6 o 15, non cambia nulla.
Questo cambio fa in modo continuo quello che un cambio manuale fa per un motore endotermico, ma sotto controllo umano.
Ovvero rende il motore endotemico che per sua natura ha un range di giri modesto adatto alla trazione terrestre, dove la vettura deve partire da ferma, accelerare fino alla velocità di crociera, rallentare, riprendere etc: insomma quello che un motore elettrico farebbe senza bisogno di nulla, perché la sua caratteristica di coppia è una curva col massimo a 0 giri.
Il multitronic è un cambio automatico, ovvero sostituisce l'autista nella gestone della trazione.
I vecchi cambi col convertitore facevano la stessa funzione ma a gradini in quanto erano composti da più treni epicicloidali posti in serie, ciascuno frenato nel componente adatto in modo da risultare il rapporto di riduzione voluto: erano cambi gioielli di meccanica, ma con un rendimento modesto=dispersione di energia: lenti e paciosi.
E veniamo ai cambi automatizzati:
Questi sono cambi tradizionali con gli innesti e le varie coppie in presa, dove il braccio dell'uomo è stato sostituito da qualche cilindro idraulico che muove le varie astine interne al cambio, previa apertura della frizione, anche quella servocomanadata da un pistoncino.
Il sequenziale è quello delle motociclette e solo quello, dove un corsoio mette in azione la coppia di ingranaggi voluta, ma non è possibile saltare la sequenza, ovvero passare dalla 2^ all 4^ o viceversa.
Nelle auto l'utilizzo delle alette ha imposto questa scelta, ovvero non si possono saltare le marce: ma il cambio è sempre quello di prima, con i suoi alberi, i sincro etc.
La doppia frizione permette di risparmiare il tempo di inserimento delle marce e quindi un più veloce cambio di rapporto, in quanto quando passi ad es dalla 3^ alla 4^ quest'ultima è già inserita e si chiude solo la frizione dell'albero delle marce pari, mentre si apre quello delle dispari- Si tratta allora di un cambio automatico e non automatizzato, come nel caso precedente.
Gli S.tronic sono più veloci nell'inserimento e quindi più adatti alla guida sportiva, dove in buona sostanza decide il piede del pilota
Nei multitronic, la lentezza i inserimento è un po' mitigata dal fatto che se lo metti in S l'elettronica fa un po' la funzione del piede ovvero cerca di tenere il motore al regime di coppia massima per cui è più pronto a salire di giri: questo è estremamente piacevole nel misto veloce, ma nulla a che vedere con un cambio stronic......
All'affondo del piede l'elettronica risponde con un ritardo di 12 millisecondi e poi l'idraulica fa il suo: sono brevissimi 12 millisecondi, ma quando guidi sportivamente sono un'eternità.
New Entry
New Entry
Messaggi
8
Iscritto il
03/02/2014, 16:33

Re: Cambio Multitronic

da AngeloA5 19/02/2014, 23:03
inserita immagine!
Allegati
cambioII.jpg
New Entry
New Entry
Messaggi
8
Iscritto il
03/02/2014, 16:33

Re: Cambio Multitronic

Avatar utente
da nerone 20/02/2014, 8:36
come dissi un tempo, fortunati noi ad averti Angelo :yeah 8-)
ieri sera mi sono letto la tua spiegazione 3 volte ! !

ed è palese ora farti qualche domanda :D


il cambio Multitronic ha un intervallo di manutenzione (cambio olio + filtro) previsto per ogni 60.000km,

1) secondo tè, a quale step sarebbe consigliabile fare il "famoso" lavaggio? gli giova nel prolungargli la vita?
in teoria il suo scopo sarebbe quello di pulire i residui di limature tra le lamelle,quello che non capisco è, queste lavorano nell'olio presumo, quindi perchè dovrebbere sfregare a tal punto da creare micro trucioli :shock: ?

2) un corretto e attento uso :roll:,sopratuto da freddo e negli innesti per selezionare le varie modalità, e non solo :o
assolutamente mi rifiuto di "violentare" il cambio con il Kick down :? , potrebbe allungargli la vita.. diciamo di un 250/300.000km :D


3) ultima domanda :charuay , a volte mi capita che, quando la mattina accendo la car, (dorme sempre in garage) e parto, la marcia del cambio parlo in modalità D, tende a "slittare" e andare troppo su di giri 1.500/2.000.. come se fosse sempre in 1°.
mentre di solito, quindi a caldo o dopo che la riaccendo nello stesso giorno ma dopo il lavoro, è perfetta mantiene i suoi 1000 giri per ad un andatura di 70 km/h, non vi è nessun rumore metallico :o strapponi.. nulla :charuay
semplicemente qualche volta prima che la centalina dia l'imput di proseguire il resto delle marce queste restano su di giri prima di innestarsi, normalmente ripeto, non è cosi lavora sempre dai 1000/1500 giri max 2000.... è in ottava :charuay .

la mia auto ha 68.000 km e a 51.000 è stato fatto il cambio dell'olio Multitronic

haa dimenticavo :hungry , quando mi fa questo tipo di "problema" ho provato a mettere in M (cambiate manuali) e va che è una meraviglia. cambia al tot di giri impostato ovviamente, ma non c'è nessun slittamento come in D.

secondo tè può essere che la centralina abbia bisogno di un'aggiornamento ?, è necessario farlo?

spero di essermi spiegato.. :pleaseplease

:grazie :grazie :grazie :grazie
Immagine
Nerone car

Seguici anche con Tapatalk ;)

STAFF INAUDITA.COM
Insieme per Passione
www.inaudita.com
Mail: staff@inaudita.com
Avatar utente
Offline
Presidente
Presidente
Messaggi
1539
Iscritto il
24/01/2014, 15:21
Località
Bergamo

Re: Cambio Multitronic

da AngeloA5 20/02/2014, 21:25
Ciao Nerone,
intanto se guardi dall'altro lato del video, c'è un post simile con parecchie delle risposte che cerchi: comunque repetita juvant!
andiamo con ordine:
Lavaggio, male non fa a parte il C/C .....
A me sta storia della limatura nel cambio multitronic e negli automatici in genere non va giù in quanto non ci sono al loro interno organi che strisciano; neanche la cinghia striscia, ma rotola e se davvero si producessero pagliuzze di acciaio queste finirebbero nel circuito idraulico, il quale ha delle luci molto piccole e si intaserebbe subito; rimangono le bave di lavorazione dei componenti.
Tutti i componenti di un cambio hanno delle norme estremamente severe in materia di pulizia, ma qualche cosa scappa sempre ed allora ci sono i filtri che fanno il loro dovere.
Ora, poiché il lavaggio porta via quello che casualmente si è raccolto nell'olio, previene i malfunzionamenti, ma siccome non c'è usura di parti meccaniche non serve a prolungarne la vita.
Diverso è il discorso dell'olio che invece nel tempo si deteriora e perde le sue capacità di interposizione tra le parti in movimento reciproco ed allora se il velo d'olio si fora e c'è contatto diretto, metallo-metallo in quel momento avviene una saldatura tra due particelle metalliche appartenenti ai due membri e di seguito, una delle due abbandona il suo componente ed è strappata via dall'altra.
Questo fenomeno si chiama pitting ed è quello per cui compare la limatura che si attacca al tappo magnetico del cambio.
quindi semmai un cambio olio più ravvicinato sicuramente prolunga di più la vita del lavaggio.
Il multitronic non ha innesti ma frizioni che sono fatte per sfregarsi a vicenda senza danneggiarsi, ma perdendo del materiale tenero(ottone) che danni non fa se non sporcare l'olio (nero). Non è che se passi nervosamente da M a S a D si innesta qualcosa: solo i comandi della centralina elettronica cambiano: non c'è nessun innesto, solo le frizioni tra marcia avanti e indietro: infatti quando inserisci il D da R non serve mettere il piede sul freno, ovvero la vettura può essere in piccolo movimento.
Il fatto che ti rimanga su di giri all'avviamento, può essere in sequenza: motore freddo, FAP in corso, centralina da aggiornare.
Non è che il cambio stia slittando, semplicemente mantiene selezionato un rapporto più basso per un tempo più lungo: ovvio che se lo metti in M sei tu che cambi non lui e va come un orologio.
Faceva anche a me questa mattana, poi mi sono accorto che continuava a rigenerare il FAP, perché facevo brevi tragitti e la spegnevo prima che avesse completato la procedura. Fatto un giro in autostrada a 2000 giri e problema scomparso.
La mia è un novembre 2011, ed all'ultimo tagliando non hanno trovato aggiornamenti disponibili, salvo cambiarmi il cric!, forse la tua che è prerestiling potrebbe avere questa necessità, certo che quando hai fatto il cambio dell'olio avrebbero dovuto farti anche l'upgrade, se c'era disponibile: mah la vedo poco credibile questa, però una verifica non costa nulla.
auguri e fammi sapere
ciao

La manovra del kick down non fa per nulla male al cambio il quale scala indietro istantaneamente, ma è fatto per questo! diverso è il discorso al motore: se è freddo gli accorci la vita della guarnizione della testata.
New Entry
New Entry
Messaggi
8
Iscritto il
03/02/2014, 16:33

Re: Cambio Multitronic

Avatar utente
da nerone 19/03/2014, 9:57
Ultimamente il mio cambio Multitronic sta dando un segno anomalo :hungry

"slitta" a freddo e non appena arrivo a 90°C e do un un pò più di gas :D questo ritorna un gioiello :hungry

a freddo quando parto, il cambio slitta andando fino ai 2.000 giri ...come se fosse innestata sempre la 1/2° marcia :hungry
Sabato 29 farò fare una diagnosi in un centro VW e compilare la garanzia, l'auto l'ho presa a Luglio 2013 ed è coperta per un'anno :gangster mi aspetto quanto meno che mi vengano incontro :charuay

indagando qua e la pare sia l'olio del cambio.... che nel Mult è previsto ogni 60.000 km.
ma io ho la fattura Audi dove attesta che è stato cambiato a 51.000 :supersmileys però a gennaio 2012 :(

non vorrei che, essendo l'auto usata pochissimo,il tempo abbia influito nel far perdere le proprietà dell'olio, mettici che non hanno resettato qualche stramaledetto parametro nella centalina :chair et volià...ora slitta :x

la cosa strana è che se mi metto in modalità manuale, do io imput per inserire i rapporti, è tutto perfetto :huum ovviamente a freddo.

:boh

vediamo Sabato che mi dicono e che riscontrano :pleaseplease
Immagine
Nerone car

Seguici anche con Tapatalk ;)

STAFF INAUDITA.COM
Insieme per Passione
www.inaudita.com
Mail: staff@inaudita.com
Avatar utente
Offline
Presidente
Presidente
Messaggi
1539
Iscritto il
24/01/2014, 15:21
Località
Bergamo

Re: Cambio Multitronic

Avatar utente
da nerone 19/03/2014, 15:26
Grazie per la risp. nel frattempo che attendo il 29/03/14 h 09:00 8-) per la diagnosi sul cambio :hungry che comunque a caldo va che è un Violino :love e più lo strapazzi e più va ancora meglio :love , ho chiesto consulenza tecnica qui giusto per capire cosa mi dicono, vi farò sapere :charuay
Immagine
Nerone car

Seguici anche con Tapatalk ;)

STAFF INAUDITA.COM
Insieme per Passione
www.inaudita.com
Mail: staff@inaudita.com
Avatar utente
Offline
Presidente
Presidente
Messaggi
1539
Iscritto il
24/01/2014, 15:21
Località
Bergamo

Ordina Per

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Vai a


Michelin sponsor ufficiale